Investimenti

Certificati di deposito: si differenziano per durata e rendimento, che può essere a tasso fisso o variabile

Investimenti

Vuoi maggiori informazioni? Rivolgiti alla filiale più vicina!

titoli

scadenza

tasso fisso o variabile

I certificati di deposito

Si tratta di un deposito vincolato mediante il quale la banca acquista la proprietà delle somme depositate dal cliente, obbligandosi a restituirle alla scadenza del termine pattuito. Il rapporto è documentato da un certificato, nominativo o al portatore, che contiene, tra l'altro, l'indicazione della scadenza e, per i certificati a tasso fisso con liquidazione degli interessi al termine del rapporto, della complessiva somma rimborsabile.

Il rimborso viene effettuato:

  • per i certificati di deposito nominativi, all'intestatario o a chi sia stato da questi espressamente delegato; 
  • per i certificati di deposito al portatore, a qualsiasi possessore del titolo, anche se questo è intestato ad una persona o diversamente contrassegnato.

Il trasferimento tra soggetti diversi di certificati al portatore per importi complessivamente pari o superiori a 1.000,00 euro non può avvenire se non per il tramite di banche, istituti di moneta elettronica e Poste Italiane S.p.A. (art. 49 del d.lgs. 231/2007).

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.
Le condizioni contrattuali sono indicate nei Fogli Informativi messi a disposizione del pubblico presso gli sportelli della banca e nella sezione “Trasparenza” del sito internet.

Vai alla pagina trasparenza